Home

L'Archivio Storico Lanza

L’Archivio Storico Lanza contiene documenti privati e pubblici relativi alle vicende dell’omonima nobile famiglia di Capua, dove i Lanza sono noti sin dal XV secolo, epoca in cui acquisirono la casa che ancora oggi ospita la dimora della famiglia.

All’interno dell’Archivio, infatti, si trovano importanti testimonianze relative a vicende del territorio lungo un periodo che va dal secolo XV al XX.

L’Archivio, perciò, ha un importante valore storico sia per la cittadina di Capua che per l’intera Regione Campania vista l’appartenenza della famiglia alla nobiltà di seggio del Regno di Napoli. La cittadina di Capua, oggi in provincia di Caserta, densa di stratificazioni storiche e culturali, sorta lungo la via Appia, tratta arcaica di collegamento e comunicazione tra Roma ed il Meridione, può essere, tra l’altro, considerata la culla della lingua italiana: è qui infatti che nel X secolo, e precisamente nel 960, si ha la prima testimonianza scritta in volgare, la famosa “Carta di Capua” o “Placito Capuano”, considerata dagli storici il documento che ha sancito la nascita della lingua italiana. Inoltre, lo stesso nome Campania, secondo alcune fonti, ha avuto origine proprio dal riferimento a Capua, la città più importante del territorio in epoca romana e all’inizio del Medioevo.

L’Archivio Storico Lanza, vincolato nel 2001 dalla Sovrintendenza Archivistica per la Campania, con il progetto di digitalizzazione promosso dall’Associazione Architempo, d’intesa con la famiglia Lanza e grazie alle risorse del POR Campania 2007/2013 Obiettivo 1.10, viene per la prima volta aperto e reso disponibile agli studiosi e agli interessati in generale che, all’interno di questo sito, potranno visualizzarne le risorse.

Sito realizzato nell’ambito del Progetto POR FESR 2007/2013 Ob. Op. 1.10 Attività C Cod. CUP Digitalizzazione, studio e recupero dell’Archivio Lanza di Capua B69E13000290009 Cod. SMILE 56.